fbpx

Confronta gli annunci

Mercato immobiliare campano: ottime prestazioni per il capoluogo

Mercato immobiliare campano: ottime prestazioni per il capoluogo

Si può affermare con una buona dose di sicurezza che il mercato immobiliare campano sta con fatica uscendo dalla crisi che il nuovo coronavirus ci aveva imposto. Come spesso accade, anche in Campania l’andamento del settore non è uguale per tutte le città poiché vi sono delle caratteristiche particolari che possono andare ad incidere così tanto da portare il mercato a muoversi in un determinato modo. E’ necessario però tenere presente che l’andamento del residenziale campano è abbastanza strano, ma non stupisce a causa della crisi Covid19, andando a portare l’andamento delle vendite praticamente ad uno stato di stasi che si contrappone ad un andamento in piena crescita degli affitti. Ciò è comprensibile perché se da un lato c’è una maggiore difficoltà ad accedere al mercato creditizio dall’altra c’è stato un maggiore movimentazione delle case da prendere in affitto. E’ necessario quindi andare a vedere nello specifico quali sono le città che hanno ottenuto un incremento più importante tenendo presente che vi sono aree di grande pregio che rendono ancora più appetibili gli immobili. Andando a parlare di vendita degli immobili anche un incremento dello 0.1% rappresenta, in un periodo come questo, un passo in avanti perché può essere un buon punto per la ripartenza. Si viaggia con una media di 1980 euro per metro quadro per la vendita di immobili mentre il valore degli affitti sfiora gli otto euro. Come vedremo tra poco, la situazione è molto più frammentato del previsto quindi è necessario prendere in esame città per città per andare a trovare gli andamenti del mercato.

Mercato immobiliare campano: quali sono le città che stanno ottenendo un migliore andamento nelle compravendite
Come anticipato in precedenza, l’andamento immobiliare campano è sostanzialmente statico con un leggerissimo aumento dello 0.1 che normalmente non sarebbe un risultato positivo ma tenendo presente l’attuale andamento dell’economia rappresenta un interessante punto di partenza. Naturalmente si va a parlare di una media perché se si va ad analizzare il mercato città per città andiamo a scoprire delle vere e proprie sorprese. Una di queste è Avellino che va a guadagnare quasi cinque punti percentuali diventando in questo modo il titolo di città campana con il mercato immobiliare più vivace. Il capoluogo irpino sembra non conoscere crisi riuscendo ad ottenere un ottimo andamento. Male Napoli anche se riesce a contenere molto bene le perdite attestandosi su uno 0.5% mentre Salerno raddoppia la perdita al 1% rimanendo comunque una tra le città campane con il più alto valore dell’immobiliare per mq a 2615 euro. E’ bene tenere presente che nel capoluogo di regione ce ne vogliono 2599. Caserta e Benevento ottengono due importanti risultati con rispettivamente due e due punti e mezzo di incremento del valore immobiliare contribuendo quindi a mantenere in attivo questo mercato. Si deve quindi tenere presente che nonostante la media sia decisamente modesta vi sono delle città che stanno ottenendo dei risultati decisamente interessanti per gli investitori.

Se le vendite immobiliari stanno stentando gli affitti invece sono diventati un punto importante di questo settore
La parte trainante del mercato immobiliare campano sono sicuramente gli affitti perché sebbene la grande importanza che, soprattutto in alcune città, le vendite di appartamenti riveste sono proprio le locazioni che la stanno facendo da padrona. A trainare questo settore sono state Napoli e Caserta che comunque si parla di due città molto importanti e che sono riuscite ad ottenere dei risultati abbastanza interessanti. Il capoluogo campano soprattutto ha ottenuto un incremento di tre punti percentuali. Non sembra un grande aumento anche se è necessario tenere presente che con questo aumento il valore d’affitto per mq di oltre undici euto al mq che rappresenta un valore decisamente elevato. Maggiore è stato l’aumento a Caserta dove si è arrivati ad un incremento del 4% che si riconferma come una tra le città più interessanti della Campania cosa che sicuramente non si può dire di Salerno che perde valore non solo nelle vendite ma anche l’andamento degli affitti che perdono sul terreno oltre un punto percentuale. Avellino invece ha, come abbiamo visto, ottenuto un aumento nelle vendite ma cede terreno con gli affitti perdendo 4.1%. Stessa cosa dicasi per Benevento che non è riuscito ad ottenere dei risultati positivi. Il valore degli affitti è infatti sceso dell’1.1% creando non pochi problemi a coloro che avevano investito per ottenere un ritorno nel breve e medio termine. Ma naturalmente il periodo è molto complicato quindi è necessario attendere che l’economia riparta per poter cominciare ad ottenere dei risultati importanti e poter ricominciare ad operare nel mercato con una maggiore sicurezza.

Post correlati

Agevolazioni prima casa, più tempo a disposizione per vendere l’immobile precedente

Per non perdere le agevolazioni prima casa, qualora se ne possieda già una e se ne acquisti...

Continua a leggere
WhatsApp chat